C’è chi la chiama torta de fregoloti chi torta di frigolotti, noi al Solasna la chiamiamo La torta de frigoloti con una “t”sola.

E’ un tipico dolce che sa di montagna, ricco, sostanzioso e il suo sapore richiama quello del burro, noi ci mettiamo le noci, le mandorle e le nocciole. I frigoloti sono il risultato del lavoro che si fa con le mani nello sfregolare la pasta formando dei grossi grumi che doneranno alla torta il classico aspetto a bozzoletti..ed è una di quelle torte che migliora se si serve dopo alcuni giorni dalla cottura, è infatti un dolce adatto alla lunga conservazione.

La nostra ricetta della torta di frigoloti è la ricetta della nostra zia Emma e ve la regaliamo con piacere.

Ingredienti:
1 kg farina
500 gr zucchero
500 gr burro
2 uova
100 gr mandorle o nocciole e noci
1 bustina di lievito
½ bicchierino di grappa
1 pizzico sale

Mettete tutti gli ingredienti sulla spianatoia o in una ciotola abbastanza capiente,impastate con le mani e fregando l’uno contro l’altro i palmi lavorate l’impasto con delicatezza in modo da formare i “frigoloti”,ossia dei bozzoletti, briciole belle grosse.

Preparate la tortiera imburrata o coperta con la carta forno e fate cadere l’impasto con cura sistemando i “frigoloti” senza pigiarli ma solo scuotendo leggermente la tortiera. Va messa in forno caldo a 170° per 30 minuti, va tolta dal forno appena è dorata perché la sua cottura andrà avanti ancora per qualche minuto.

La “torta da frigoloti” va preparata uno o due giorni prima, la breve attesa ne esalta i sapori, ma ricordatevi di tagliarla in porzioni appena sfornata, quando è ancora calda.

Buon appetito!